Bellinzago-Gessate: un nuovo semaforo sulla Padana in nome della sicurezza

L'obiettivo è tutelare ciclisti e pedoni

A Bellinzago Lombardo, nel tratto di Villa Fornaci, è stato installato un impianto semaforico a chiamata sulla Padana Superiore. L’opera è il risultato della Convenzione siglata, nel luglio del 2020 per la gestione del tratto di strada urbana, tra le Amministrazioni comunali di Gessate e Bellinzago Lombardo con l’intento di garantire la sicurezza della mobilità ciclabile e pedonale.

Semaforo a chiamata

L’impianto semaforico a chiamata è posizionato in corrispondenza dell’attraversamento pedonale che porta da un parcheggio all’ingresso dell’Asilo Nido di Villa Fornaci, sul territorio di Bellinzago Lombardo.

«E’ un lavoro che abbiamo portato avanti insieme a Gessate che ci ha consentito di mettere in sicurezza un punto importante della Padana Superiore – ha dichiarato Michele Avola vicesindaco di Bellinzago Lombardo – Siamo molto contenti perché si è aperto un dialogo positivo con il Comune di Gessate che ha finalmente consentito di poter parlare e realizzare anche queste opere, rese possibili da quando Città Metropolitana ha ceduto il tratto a Bellinzago e Gessate che prima era di competenza provinciale».

Il costo complessivo dell’opera è di 20 mila euro che sono state ripartite in eguale misura dai due Comuni. 

«Siamo molto contenti di vedere realizzata questaprogettualità condivisa per una strada urbana più fruibile alla mobilità ciclabile epedonale – ha sottolineato Amos Valvassori, Assesore al Bilancio di Gessate – C’è anche l’ intenzione di installare un sensore di velocità per calmierare il traffico veicolare».

Augusta Brambilla