Cologno, lavori in corso nei cimiteri

Nuovi loculi necessari anche per l'impennata di decessi causati dalla pandemia

Non solo preoccupazioni per l’eventuale impianto crematorio (qui). Nei cimiteri di Cologno Monzese sono in corso una serie di interventi che prevedono nuovi ossari, cinerari e loculi. Questi ultimi necessari anche a causa della drammatica impennata di decessi dovuti alla pandemia in corso.

Loculi, ossari e cinerari

«Si stanno realizzando, con il Sistema “QBlock”, 45 loculi al cimitero di San Maurizio e 90 al cimitero di via Longarone i quali risponderanno parzialmente alla carenza di loculi determinata anche dalla pandemia da Covid-19 che ha purtroppo fatto innalzare il numero di decessi da una media di 400 a 700 in pochissimi mesi – ha spiegato Simone Rosa, assessore con delega alle Politiche cimiteriali – L’importo dei lavori si attesta a circa 175.000€. Per quanto riguarda i loculi del cimitero di via Toti – ha sottolineato l’assessore – siamo davvero contenti di riuscire finalmente, dopo decenni di richieste inascoltate, a rispondere a un’istanza molto sentita dei residenti di San Maurizio».

Interventi per 26.000 euro sono in corso anche nel cimitero Capoluogo, in via dell’Acqua, per la realizzazione di nuovi ossari e cinerari, in vista delle esumazioni e delle concessioni in scadenza.