Bellinzago Lombardo, un nuovo pulmino per il trasporto disabili

In uso ai Volontari Impegnati Socialmente

L’Amministrazione comunale di Bellinzago Lombardo ha consegnato nella mattinata di lunedì 11 Gennaio ai volontari del gruppo VIS, Volontari Impegnati Socialmente, il nuovo pulmino per il trasporto dei disabili. Nel piazzale antistante il Comune presenti il vicesindaco Michele Avola e il presidente dei VIS Dante Venturelli.

Uno strumento in più per aiutare chi ha più bisogno

Il Comune ha potuto acquistare il pulmino grazie ai proventi del bilancio dell’Unione di Comuni Lombarda Adda Martesana al quale Bellinzago Lombardo appartiene insieme ai Comuni di Liscate, Pozzuolo Martesana e Truccazzano. Il nuovo mezzo, consegnato ai Servizi Sociali del Comune di Bellinzago Lombardo a fine 2020, ha 6 posti più una carrozzina.

«Finalmente siamo riusciti a realizzare un importante acquisto grazie all’Unione di Comuni Adda Martesana e la nostra soddisfazione è grande perché siamo riusciti a portare a termine una importante progettualità – ha dichiarato il vicesindaco Michele Avola – Il pullmino andrà in uso ai VIS e sarà utilizzato per le esigenze della cittadinanza. Un gesto importante che mette al centro la solidarietà e l’impegno dell’Amministrazione comunale nei confronti delle persone fragili e vulnerabili».

I VIS, Volontari Impegnati Socialmente, nascono nel 1998 e si occupano di accompagnare le persone anziane e i disabili alle varie strutture sanitarie del territorio. Il loro operato è continuato ininterrottamente fino all’inizio della pandemia, nel febbraio 2020, quando il servizio è stato interrotto nei mesi del lockdown per poi riprendere gradualmente nel periodo estivo. Tra i servizi, c’è anche la consegna dei pasti caldi a domicilio per gli anziani e le persone sole. 

«Sono molto contento di questo nuovo mezzo perché era da tempo che lo chiedevamo e ora finalmente è arrivato – ha commentato Dante Venturelli presidente dei VIS dal 2008 –Siamo fermi con il trasporto a causa delle disposizioni governative ma abbiamo già ricevuto alcune richieste che ci invogliano a ripensare alla ripresa del servizio di trasporto per gli anziani e i disabili. Guardiamo al futuro con la speranza di ritornare ad essere presto di nuovo operativi e di continuare a essere punto di riferimento per tutta la nostra comunità».

Augusta Brambilla