Pessano , abbattimento alberi: il flash mob di Legambiente

Fatta una richiesta di accesso agli atti. Presente anche Fondrini di Governa il futuro: «Arriviamo da 4 anni di carente manutenzione del verde»


Non tutti sono convinti del piano per il restyling del verde a Pessano con Bornago. Da qualche giorno in Paese sono iniziate le operazioni di potatura e manutenzione, ma anche di abbattimento di alcuni alberi. Il circolo di Legambiente di Pessano Con Bornago oggi, martedì 8 dicembre, ha organizzato un flash mob per protestare contro quelli che ritiene abbattimenti eccessivi, fatti non solo per eliminare alberi malati, ma per piantumarne di nuovi, meno onerosi nella manutenzione.

«Ci ha sorpreso maggiormente vedere che un piano del verde parte direttamente dal taglio degli alberi – ha detto Teresa Gatto, presidente del circolo di Legambiente di Pessano con Bornago – In un primo momento abbiamo fatto una richiesta di accesso agli atti per gli alberi di questo parco – ha sottolineato -, ma adesso ne rifarò un’altra perchè siamo rimasti molto scioccati dal taglio che hanno fatto in via Fulvio Testi. Venti alberi, uno accanto all’altro, tagliati completamente».

Presente al presidio anche Filippo Fondrini, capogruppo di Governa il Futuro. «Abbiamo fatto una richiesta di accesso agli atti chiedendo al Comune di avere la perizia per ogni albero che è stato abbattuto – ha detto – Interessante capire questo intervento così massivo da che cosa sia giustificato, considerato che arriviamo da 4 anni di carente manutenzione del verde. Si stanno cercando di concentrare in pochi mesi, probabilmente in vista della campagna elettorale, gli interventi».