Gorgonzola, 100mila euro per chi ha dovuto chiudere

L'iniziativa "Gorgonzola aiuta" mira ad aiutare le attività economiche in difficoltà. Voto unanime in Consiglio comunale

L’Amministrazione comunale di Gorgonzola ha dato avvio al bando “Gorgonzola aiuta” a sostegno delle attività economiche chiuse a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid-19. Sono stati messi a disposizione 100 mila euro delle risorse comunali al fine di permettere l’erogazione di singoli contributi, cumulabili con tutte le altre misure e agevolazioni emanate sia dal Governo che dalle Regioni. 

Una decisione all’unanimità

La decisione presa è frutto del comune accordo tra i cconsiglieri della maggioranza e dell’opposizione e il contributo comunale straordinario minimo di base è pari a 900 euro.

«Con il prolungarsi dell’emergenza dovuta alla diffusione del virus Sars Cov-2 – ha dichiarato il sindaco Angelo Stucchi – tanti settori vedono minacciato il loro futuro delle loro attività: penso alla ristorazione, al commercio, a chi organizza eventi, al comparto della cultura e dello spettacolo, allo sport, ai centri sportivi. Per fronteggiarla il Governo Italiano e Regione Lombardia hanno attivato interventi e risorse economiche e fiscali ma anche la Città di Gorgonzola, seppur con risorse limitate, vuole fare la sua parte».

Le richieste potranno essere inviate dalle 9.00 di Martedì 1° Dicembre alle 14 di Venerdì 11 Dicembre 2020 e riguarderanno tutte le attività economiche oggetto delle chiusure stabilite dal DPCM del 24 ottobre 2020 e dall’Ordinanza del Ministero della Salute del 4 novembre 2020 che ha incluso la Lombardia nella “zona rossa”.

«Siamo consapevoli chequeste risorse non saranno determinantiper garantire una perduta stabilità – ha proseguito il primo cittadino – ma possono invece dire che ci sentiamo comunità, una comunità che aiuta al meglio delle sue possibilità chi è in difficoltà perché comprendiamo che questa pandemia porta con sé non solo l’emergenza sanitaria, ma anche una nuova emergenza economica».

I requisiti fondamentali per essere ammessi sono avere la sede operativa nel territorio comunale, appartenere alla categoria delle microimprese, risultare ditte attive con regolare iscrizione al Registro delle Imprese istituito presso la CCIAA territorialmente competente e essere un’attività sospesa.

La domanda dovrà essere inviata, tramite PEC a mezzo PEC, all’indirizzo email comune.gorgonzola@cert.legalmail.it oppure presentata tramite appuntamento presso il Protocollo dello Sportello Polifunzionale Città in Comune.

Augusta Brambilla