Decreto “Natale”: dura reazione del presidente Fontana

Il governatore ha definito «lunare» il divieto di spostamento tra i Comuni

E’ dura la reazione del governatore di Regione Lombardia Attilio Fontana dopo l’approvazione del Decreto che disciplina gli spostamenti durante il periodo delle festività natalizie, dal 21 dicembre al 6 gennaio. Il presidente della Lombardia ha anche assunto una posizione forte, di metodo, sulla discussione per il Dpcm che dovrebbe essere approvato nelle prossime ore.

«Leggere un Decreto Legge a sorpresa che impedirà, il 25 e 26 dicembre e il 1 gennaio, lo spostamento dei cittadini fra Comuni della stessa regione anche solo per andare a visitare genitori e figli, mentre si discute di un Dpcm che non ha recepito nessuna delle indicazioni offerte dalle regioni, è un fatto ‘lunare’ – ha detto – In perfetta contraddizione con le dichiarazioni sulla leale collaborazione fra Stato e Regioni. Bene ha fatto la Conferenza delle Regioni – ha sottolineato – ad assumere una posizione di forte critica verso contenuti e metodo imposti dal Governo con un decreto legge notturno che impedisce di dare alcun parere su un Dpcm contraddittorio e non modificabile».