Cassina, fondi alla Protezione Civile: dura reazione di Potere al Popolo

«Se 50000 mila euro servono a comprare altre tende per campeggio no grazie»

Ph: Potere al Popolo

Con due ordini del giorno al bilancio di Regione Lombardia il consigliere regionale Riccardo Pase (Lega) farà arrivare risorse a Cologno Monzese – 120.000 che saranno utilizzati per il rifacimento della rotonda di viale Lombardia e per per la video sorveglianza – e a Cassina de’ Pecchi, con 50.000 euro per acquistare mezzi e dotazioni per la Protezione Civile (ne abbiamo parlato qui)

Le critiche di Potere al Popolo 

E proprio a Cassina de’ Pecchi qualcuno sta sollevando dei dubbi sullo stanziamento delle risorse in questa direzione. Se da un lato infatti il sindaco Elisa Balconi ha espresso grande soddisfazione, dall’altro Potere al Popolo ha sottolineato come ci siano altre priorità di spesa. 

«Ci sono problemi molto più importanti come l’affitto, il mutuo ,il commercio locale , le associazioni territoriali che si spendono in tempi di pandemia con mutuo soccorso e assistenza domiciliare dove il Comune non arriva – hanno scritto i rappresentanti di Potere al Popolo – Quei soldi dovevano essere messi a bilancio veramente per le famiglie cassinesi in difficoltà. Da un mese e più – hanno sottolineato – abbiamo una tenda della PC (protezione civile, ndr) che doveva fungere da triage all ospedale di Melzo mai messa in funzione. Se 50000 mila euro servono a comprare altre tende per campeggio no grazie. Vogliamo la sanità territoriale , e un’assistenza sanitaria con i fiocchi visto che regione i soldi li ha».

Ma la sezione di Cassina de’ Pecchi di Potere al Popolo ha sollevato anche dei dubbi sulla pubblicità che il primo cittadino ha riservato alla Protezione Civile, definito «un corpo  inventato da Silvio Berlusconi , ma senza basi strutturali e senza una solida formazione come i Vigili del Fuoco».