Brugherio, attesa per il tradizionale concerto di Capodanno

Ritorna l’appuntamento con il Corpo Musicale San Damiano Sant' Albino

Ph: Marco Troiano

La città di Brugherio si prepara al tradizionale Concerto di Capodanno del Corpo Musicale San Damiano Sant’Albino. Quest’anno, causa emergenza sanitaria da Covid-19, l’appuntamento cittadino si terrà Venerdì 1° Gennaio alle 17.00 sul canale Youtube. Un momento importante che ha l’intento di regalare al nuovo anno musica, gioia e spensieratezza, anche in un momento così diverso, da ascoltare comodamente da casa.

La musica unisce

L’associazione Corpo musicale San Damiano San Albino è attiva dal 1906 e nella sua storia centenaria vanta molte esperienze musicali. Ha ottenuto il prestigioso piazzamento alla Gara di Parata Tradizionale al Campionato Mondiale per Bande da Parata e Spettacolo di Monza, nel 2003, e la partecipazione al Festival Bandistico Internazionale di Besana in Brianza, nel 2005, dove ha condiviso l’esperienza con numerose bande di alto livello, provenienti da tutto il mondo. 

L’organico conta 52 componenti, sotto la guida del maestro Davide Miniscalco, tra i quali molti adolescenti e giovani grazie alla rinascita della Scuola di Musica che è diventata un importante mezzo di insegnamento e divulgazione della musica sul territorio di Brugherio.

«Da un paio di anni a questa parte, in questi giorni, vi invitavo a partecipare al concerto di inizio anno al San Giuseppe del Corpo musicale San Damiano San Albino. In verità non c’era molto bisogno di invitarvi dato che era un appuntamento ormai entrato nella tradizione della nostra città con il San Giuseppe strapieno per assistere a questo concerto che dava inizio all’anno nuovo in maniera così bella – ha dichiarato il sindaco Marco Troiano – Nonostante questo anno difficile anche per loro, la nostra Banda non ha voluto farci mancare questo augurio in musica, che regala al nuovo anno musica gioia e spensieratezza. Per questo motivo hanno voluto organizzare un concerto che potremmo gustarci da casa. Io voglio ringraziare personalmente tutti loro, perché nonostante tutte le difficoltà, non solo legate al Covid-19, non vogliono mollare questa loro passione che mettono a disposizione della città».

Augusta Brambilla