Segrate, in arrivo 63 mila euro per rinnovare la videosorveglianza cittadina

I soldi, ottenuti con un bando della Prefettura, verranno investiti in 6,3 chilometri di fibra ottica che accenderanno 47 nuove telecamere

CCTV security camera for surveillance in green park
Segrate rinnoverà il suo sistema di sicurezza cittadino, grazie al finanziamento da 63 mila euro ottenuto con il bando del Patto per la sicurezza urbana della Prefettura di Milano. I soldi verranno utilizzati per l’acquisto degli impianti di videosorveglianza di ultima generazione, che verranno posizionati nei punti sensibili della città. Ad annunciarlo il Sindaco Paolo Micheli, che ha voluto ringraziare l’assessore alla Polizia Locale Livia Achilli e gli Uffici «che si sono subito messi all’opera sfruttando in tempi rapidi le risorse messe a disposizione dalla Prefettura per avviare uno dei punti principali del mandato legato alla sicurezza».

Il piano per il nuovo sistema di sicurezza

Con il finanziamento ricevuto attraverso il bando, il Comune di Segrate, nell’ambito del progetto denominato “2 parchi e 2 quartieri” si è impegnato nell’acquisto di 6,3 chilometri di fibra ottica che serviranno ad accendere 47 nuove telecamere fisse, rotanti e per la lettura delle targhe. I nuovi impianti verranno posizionati in quelle aree nella città dove al momento c’è minore controllo e dove si sono registrati episodi di microcriminalità, vandalismo e inciviltà: piste ciclopedonabili, aree sportive, farmacie, centri commerciali, parcheggi sono tutti punti in cui verranno installate le telecamere, oltre che sugli sbocchi stradali in entrata a Milano e nell’area di via Rivoltana e via Dante. Altre zone importanti su cui si avrà il controllo saranno il centro civico di via Novegro, la passeggiata ciclopedonale di collegamento tra via Dante, le scuole e il nuovo parco giochi. Infine, saranno controllati anche il ponte ciclopedonale di via Monzese, le fermate degli autobus sottostanti e l’area antistante la biblioteca comunale di Cascina Ovi. «Ed è solo l’inizio – ha concluso il primo cittadino – faremo ancora di più, con azioni mirate di prevenzione e maggior controllo del territorio, per rendere Segrate più bella e sicura.»