Emergenza Covid: Cernusco vara il suo Piano Marshall

Sostegno al commercio, alle famiglie in difficolta e allo sport. Ma anche ampliamento dei servizi. Zacchetti:«Attenzione da parte di tutti gli Assessorati alle esigenze della città»

Immagine di repertorio (pre covid)

L’emergenza Covid e le conseguenti chiusure per contrastare la pandemia stanno creando dofficoltà a diversi lavoratori e commercianti. Per questo motivo la Giunta di Cernusco sul Naviglio ha deciso di aiutare concretamente queste categorie, con una variazione di bilancio  per sostenerle concretamente.

Nello specifico l’Amministrazione comunale ha stanziato 200.000 euro per le attività commerciali che hanno subito delle chiusure in seguito al Dpcm del 3 novembre e all’ordinanza del ministero della Salute che ha messo la Lombardia in zona rossa (provvedimento revocato venerdì 28 novembre).

«Un’azione di estrema concretezza, perché di questo c’è bisogno che si aggiunge a quella deliberata il mese scorso stimata in 240.000 euro che prevede uno sconto fino al 25% sulla parte variabile della TARI delle utenze non domestiche – ha dichiarato il sindaco Ermanno Zacchetti – Misure significative, che si aggiungono a quelle del Governo e della Regione e nate anche dal costante lavoro portato avanti anche in questi terribili mesi insieme ai rappresentanti di zona e cittadino di Confcommercio, Arnaldo Morelli e Lorenzo Tedesco, che ringrazio per la costante disponibilità ad un confronto sempre costruttivo».

Non solo commercio

Ma il Covid-19, oltre ai commercianti, e ai ristoratori in particolare, sta creando seri problemi a molte persone e ambiti di attività. Per la fine del 2020 Cernusco potrà utilizzare 187.000 € di trasferimenti dal Governo centrale per erogare buoni spesa alle famiglie in difficoltà e, tre le altre misure, ne destinerà 30.000 al terzo settore.

«Uno stanziamento complessivo di circa 6000mila euro – ha sottolineato il primo cittadino – che nei prossimi giorni sarà declinato nelle varie azioni da specifiche delibere di attuazione per essere al fianco di ciascuno in questo ultimo mese dell’anno. E a proposito di delibere di attuazione in approvazione nei prossimi giorni, la Giunta ha già condiviso la volontà di procedere ad estendere anche per la seconda parte del 2020 la sospensione dei canoni di affitto degli spazi comunali da parte delle associazioni sportive, anche loro pesantemente segnate dalle misure per circoscrivere questa nuova ondata di emergenza sanitaria».

Anche dovesse arrivare presto un vaccino, il Coronavirus non sparirà di colpo, e in ogni caso le conseguenze sociali ed economiche sono destinate a protrarsi nel tempo. Cernusco prova quindi a guardare al futuro, ad attrezzarsi, stanziando altre risorse per il primo semestre del 2021. Nello specifico, altri 250.000 euro saranno destinati ai buoni spesa, 350.000 alle scuole e 100.000 all’ampliamento del servizio del centro diurno disabili.