Chiara Vergani: oro individuale alle parallele

L’emozione e la libertà del corpo in movimento

Chiara Vergani, classe 2001, trevigliese di nascita, vive a Bellinzago Lombardo con mamma Heidi, papà Paolo, la sorella Michela e il fratello Gabriele. La passione per la ginnastica artistica, coltivata sin da piccola, la porta a 19 anni a conquistare il titolo di Campionessa individuale Gold Senior 2 al Campionato Italiano di specialità l’8 novembre a Napoli.

In pedana già a 5 anni

La famiglia gioca un ruolo importante nell’approccio alla ginnastica artistica. Sempre accanto nei momenti difficili e gioiosi, sono un porto sicuro per avere equilibrio e serenità. 

«Grazie a mamma, ho iniziato a 5 anni a praticare ginnastica artistica nei corsi base della Juventus Nova Melzo. A 8 anni sono passata all’agonismo e ho compreso che quello era il mio sport- ha dichiarato Chiara Vergani – Mi sono appassionata molto, soprattutto alle sensazioni e alle emozioni che provavo durante gli allenamenti e le gare». La Juventus Nova Melzo diventa ben presto la sua seconda famiglia, dove si allena tutti i giorni. 

«Io pratico tutti e quattro gli attrezzi, volteggio, parallele, trave e corpo libero – ha sottolineato – La parallela è sempre stato il mio attrezzo preferito, da quando ci sono salita per la prima volta, perché ogni movimento, in cui stacco le mani e riprendo lo staggio, mi fa sentire libera e questa sensazione è davvero incredibile».

Sul gradino più alto del podio

Il frutto di una lunga carriera fatta di impegni e sacrifici arriva per Chiara Vergani con la medaglia d’oro. Un successo strepitoso per una giovane donna. «É stato davvero emozionante! – ha commentato Chiara Vergani– Dietro la medaglia c’è sempre tanto lavoro che molti non sanno: ho faticato duramente e per tanto tempo per quell’esercizio e quando l’ho concluso ero già davvero felicissima di averlo fatto giusto e nel migliore dei modi. Sicuramente è una vittoria che dedico ai miei allenatori, Paolo Vailati e Lara Battaglia, perché senza di loro non sarei mai arrivata dove sono ora, alle mie compagne che ogni giorno, ogni allenamento e ogni gara mi sostengono e alla mia famiglia per avermi sempre incoraggiata».

da destra a sinistra: LARA BUCCIARELLI, MELISSA BIGNOTTI, SOFIA OGGIONI, CHIARA VERGANI, ARIANNA BELLAN ALESSIA CANALI E DIANA BARBANOTTI

Un lavoro di squadra

Chiara Vergani appartiene anche alla squadra femminile di ginnastica artistica della Juventus Nova Melzo che con Lara Bucciarelli, Melissa Bignotti, Alessia Canali, Arianna Bellan, Sofia Oggioni e Diana Barbanotti ha ottenuto il quinto posto alla Final Six serie A1 a Napoli il 20 Novembre.

«Siamo molto felici di questo risultato perché ce lo siamo guadagnate dopo tanto lavoro – ha spiegato Chiara Vergani – Prima di tutto siamo amiche ed è questa la nostra forza, perché sappiamo sostenerci e aiutarci in ogni momento.Io sono una delle più grandi e quindi cerco di incoraggiare le più piccole, di credere in loro anche quando sbagliano e di far capire che gli ostacoli si possono superare. Le ringrazio davvero tanto per essere sempre al mio fianco e credere in me: sono come delle sorelle!».

Due sogni da accarezzare

Diplomata al liceo delle Scienze umane e iscritta al primo anno di Psicologia, Chiara Vergani guarda al futuro con la voglia e il desiderio di vedere realizzati due sogni: diventare psicologa per aiutare le persone in difficoltà e arrivare sul podio in serie A con la sua squadra.

«La ginnastica artistica mi ha insegnato davvero tanto. Mi ha fatto comprendere che la vita è fatta di sfide e che ci sarà sempre qualcosa che cercherà di ostacolarti ma se le affronti con tenacia, se ci credi fino in fondo e continui a lottare con perseveranza riuscirai a vincerle, a ottenere ciò che vuoi e ad affrontare le scelte della vita con la giusta concentrazione- ha concluso Chiara Vergani – Proprio perché nella ginnastica, durante ogni esercizio, ci vuole la giusta concentrazione altrimenti si sbaglia facilmente, così è anche nella vita: se vuoi fare le giuste scelte devi metterci testa e concentrazione».

Augusta Brambilla