A Cologno nasce il “Day Service Covid”

In città è stato attivato un nuovo servizio per tamponi, visite pneumologiche e assistenza sanitaria

Un nuovo servizio territoriale per aumentare il numero di tamponi eseguiti e ridurre la pressione dei Pronto Soccorso. A Cologno Monzese nasce il Day Service Covid, un servizio ideato dall’Azienda Socio Sanitaria Territoriale Nord Milano in collaborazione con medici e pediatri della città.

Un po’ drive-in, un po’ ospedale

Il nuovo servizio, che è stato attivato ieri – lunedì 9 novembre – nei locali di via Boccaccio, «si interpone tra la fase del Drive-in e la fase dell’accesso alla struttura ospedaliera», hanno fatto sapere dal Comune di Cologno. I pazienti sintomatici, fragili o segnalati dal medico curante potranno rivolgersi alla struttura per ricevere assistenza in base alle necessità riscontrate dal personale sanitario. Fra le prestazioni effettuate dal Day Service Covid ci sono l’effettuazione del tampone naso-faringeo, la valutazione dei parametri dei pazienti e la realizzazione di visite specialistiche pneumologiche.

Il Sindaco Angelo Rocchi ha espresso «piena soddisfazione per l’attivazione su Cologno Monzese di un nuovo servizio specialistico e necessario ad affrontare ancora più efficacemente la seconda ondata dell’emergenza sanitaria in corso. Frutto della preziosa e costante collaborazione con ASST Nord Milano, Day Service, già attivo da oggi (9 novembre – ndr) in fase sperimentale, darà risposta ai cittadini di Cologno Monzese e degli altri Comuni dell’ASST».

Le richieste delle opposizioni

Proprio in questi giorni, a Cologno Monzese i gruppi consiliari di opposizione avevano cercato di esortare l’amministrazione comunale a intervenire per incrementare il numero di tamponi eseguiti in città. Con una proposta che verrà discussa durante il prossimo consiglio comunale, le minoranze chiedevano al Sindaco Rocchi di aprire un nuovo punto di raccolta per tamponi – anche in modalità drive-in – a prezzi contenuti. L’attivazione del Day Service Covid, dunque, risponderebbe – per lo meno parzialmente – alle richieste avanzate dai gruppi di opposizione nelle scorse settimane.