Una classe in quarantena e aumento dei contagi: il sindaco chiede responsabilità

A Cassina sono 21 i cittadini positivi. In caso di assembramenti il sindaco pronto a chiudere strade e piazze

Un bambino di una scuola dell’infanzia di Cassina de’ Pecchi è stato trovato positivo al covid-19 e tutta la classe è stata posta in quarantena «Non c’è nulla di cui allarmarsi – ha detto il sindaco Elisa Balconi in un video -, le procedure di sicurezza sono scattate tempestivamente». Intanto a Cassina, in linea con il resto della Regione, aumentano i casi di corononavirus. Sono saliti a 21 i cittadini positivi, tutti in buone condizioni, compreso l’unico ricoverato in ospedale che, ha fatto sapere il primo cittadino, sarà dimesso a breve. Per frenare la curva il sindaco ha chiesto comportamenti responsabili ai cittadini, ma non esclude misure forti.

Non esclusa la chiusura di vie e strade

Una situazione dunque ancora sotto controllo, ma che il sindaco non sottovaluta, tanto da rivolgere un appello alla prudenza «Sono costretta ancora una volta a fare un appello ciascuno di voi, soprattutto ai più giovani, alla responsabilità. Proteggerci dal coronavirus è possibile attraverso le solite regole che ripetiamo da otto mesi».

Se da un lato Elisa Balconi si appella al senso civico e alla coscienza individuale, dall’altro si dice pronta ad adottare misure anche drastiche per evitare che la curva dei contagi si impenni «Se ci renderemo conto che si verificano dei pericolosi assembramenti, soprattutto nelle ore serali, saremo costretti a chiudere strade e vie attraverso ordinanze specifiche. Prima di arrivare ad una soluzione così definitiva – ha sottolineato – faccio appello al senso di responsabilità che ci ha caratterizzato negli ultimi otto mesi»

Annullati gli eventi

Alla luce delle nuove disposizioni contenute nel Nuovo Dpcm, il sindaco ha annunciato l’annullamento delle “Festa d’Autunno” e del “Mercatino senza tempo” che si sarebbero dovuti svolgere le prossime domeniche.