Inzago si aggiudica il titolo di “Comune riciclone”

Premiata la gestione dei rifiuti urbani locali. Il sindaco Fumagalli «Ringraziamo tutti i cittadini per lo sforzo e la collaborazione»

fonte: Legambiente

Il Comune di Inzago è stato riconfermato e premiato dal Ministero dell’Ambiente e da Legambiente per essere uno dei 107 Comuni Ricicloni della Lombardia. Il concorso storico di Legambiente, nato nel 1994, si pone l’obiettivo di premiare le comunità locali, amministratori e cittadini che hanno ottenuto i migliori risultati nella gestione dei rifiuti urbani.

Un premio all’impegno di tutti

«Con grande soddisfazione Vi informiamo dell’importante riconoscimento- ha dichiarato il sindaco Andrea Fumagalli– Ringraziamo tutti i cittadini per lo sforzo e la collaborazione che ci hanno permesso di raggiungere questo importante risultato».

L’iniziativa di Legambiente, patrocinata dal Ministero per l’Ambiente, è un appuntamento consolidato a cui aderisce un sempre maggiore numero di Comuni per un importante momento di verifica e di comunicazione degli sforzi compiuti per avviare e consolidare la raccolta differenziata e, in generale, un sistema integrato di gestione dei propri rifiuti.

Il riconoscimento premia le raccolte differenziate avviate a riciclaggio, ma anche gli acquisti di beni, opere e servizi che abbiano valorizzato i materiali recuperati dalla raccolta differenziata.

A partire dall’edizione 2016 del concorso l’accento è stato sui Comuni Rifiuti Free, ovvero quei comuni a bassa produzione di rifiuto indifferenziato destinato a smaltimento. La valutazione del sistema di gestione dei rifiuti avviene pertanto sulla capacità del sistema di gestione di contenere e ridurre le quantità di rifiuto destinato allo smaltimento.

Le classifiche sono stilate su base regionale. Per ogni regione vengono definiti i vincitori assoluti per quattro categorie: comuni sotto i 5.000 abitanti, comuni tra i 5.000 e i 15.000 abitanti, comuni sopra i 15.000 abitanti e comuni capoluogo. A questi premiati si aggiungono i vincitori per ogni categoria merceologica di rifiuto e i vincitori della speciale categoria “Cento di questi consorzi” dedicata alla miglior raccolta su base consortile. Vengono inoltre attribuiti, a discrezione della giuria, diversi premi speciali.

Augusta Brambilla