Giro d’Italia: nove positivi. A rischio la tappa di Cernusco

Due squadre ritirate e la EF Pro Cycling chiede lo stop

Il Giro d’Italia potrebbe non arrivare a Cernusco. Nove persone, tre corridori e sei membri dello staff, sono risultati positivi al tampone e due squadre Mitchelton-Scott (Australia) e Jumbo Visma (Olanda) si sono ritirate dalla gara. La squadra statunitense EF Pro Cycling ha inviato una richiesta all’Unione Ciclistica Internazionale (UCI), perché la fine del Giro venga anticipata a Lunedì prossimo, ma la richiesta è stata respinta dal Presidente David Lappartient. D’accordo a non interrompere la corsa, anche il direttore del Giro Mauro Vegni  che intende proseguire con più controlli. Nei prossimi giorni i corridori e lo staff potrebbero essere sottoposti a tampone. Se altre squadre dovessero ritirarsi, il destino della corsa potrebbe essere ridiscusso e forse compromettere la cronometro Cernusco-Milano.