Cernusco, duro affondo di Cassamagnaghi sul PGT

Il consigliere ha contestato l'assenza del primo cittadino e dell'assessore all'Urbanistica alla conferenza finale sulla VAS

credit: libertà.it

Prima il 20 luglio, poi il 30 settembre, alla fine il 22 ottobre. La conferenza finale della Valutazione Ambientale Strategica (VAS), atto preliminare per la variante parziale al Piano di Governo del Territorio, è stata rinviata più volte. Una scelta dettata dall’alto numero di osservazioni presentate, con un totale di 107 quesiti.

Il 22 ottobre si è svolta la conferenza finale in modalità online – viste le disposizioni per il contrasto al covid-19 – e alla sola presenza dei tecnici comunali. Non erano infatti presenti il sindaco Ermanno Zacchetti e l’assessore all’Urbanistica Paolo Della Cagnoletta. Un’assenza che non è andata giù al consigliere Daniele Cassamagnaghi (Forza Italia), che ha sollevato la questione in commissione Territorio.

Le ragioni del rinvio 

Un numero di osservazioni elevato, soprattutto considerato che si tratta di una variante parziale, avevano spinto lo scorso giugno l’Amministrazione comunale a dare più tempo agli uffici per fare valutazioni precise.

«Il numero elevato di osservazioni pervenute penso sia un buon segnale di come questo iter sia stato fin qui ben gestito coinvolgendo tutti gli attori attraverso la comunicazione dei vari passaggi, l’apertura al confronto e la disponibilità nell’approfondimento dei temi – aveva dichiarato a luglio l’assessore all’Urbanistica Paolo Della Cagnoletta – Chiaro è che con un numero così elevato di osservazioni (basti pensare che per il Pgt furono solo otto), sarà necessario da parte degli uffici avere a disposizione un tempo più ampio e congruo per l’analisi delle domande, la loro valutazione e la formulazione delle risposte che potrebbe anche richiedere approfondimenti di tecnici esterni oppure la rivalutazione dell’iter stesso». 

Per Cassamagnaghi un’assenza ingiustificata

Durante la commissione Territorio di ieri, Mercoledì 28 ottobre, il consigliere Cassamagnaghi ha contestato frontalmente l’assenza di sindaco e assessore. «La conferenza per la VAS mi è sembrata una grandissima presa in giro – ha detto – Avete procrastinato i tempi per 3 mesi – ha sottolineato chiedendo maggiore rispetto istituzionale – per dircelo in 10 minuti (ndr… tempo di durata della conferenza)».L’ex sindaco ha concluso con la richiesta – accolta – che la commissione torni sull’argomento.