Bussero, premiati medici, negozianti e giovani volontari per l’impegno nell’emergenza

La XXV edizione di Bussero in Festa si chiude con la consegna dei Perit D'Or

Domenica 11 si è svolta la cerimonia per la consegna del Perit D’Or a Bussero, l’onorificenza che ogni anno premia i cittadini meritevoli. Quest’anno le targhe sono state consegnate a medici, negozi di vicinato, ai giovani volontari e alla Protezione Civile per “il grande lavoro di sostegno alla cittadinanza nel periodo più difficile della pandemia. Per l’impegno, l’abnegazione e la presenza continua a garanzia delle fasce più deboli della popolazione”.

A chi sono andati i riconoscimenti

«Abbiamo voluto premiare la comunità che si è presa cura di se stessa» ha detto il Sindaco Curzio Rusnati, che nel piazzale davanti all’auditorium del centro polifunzionale di via Carabinieri caduti ha consegnato le onorificenze a tutte le persone che durante l’emergenza hanno fatto squadra e hanno impegnato le proprie competenze per mettersi al servizio della comunità.

Premiati 9 medici che operano in paese, impegnati in prima linea alla lotto contro il covid: Ana Louisia Andreescu, Rossana Garavaglia, Giulio Mario Omati, Maurizio Remonti, Monica Alejandra Salinas, Gian Luca Scurati e Anna Taveggia.

Per la continuità dei servizi anche durante il lockdown, il premio è stato consegnato a una delegazione rappresentante dei negozi di vicinato, che hanno garantito il rifornimento di beni di prima necessità in paese.

Anche i giovani volontari si sono dimostrati fondamentali durante i lunghi mesi di chiusura totale, per aver consegnato a casa pacchi alimentari e altri prodotti di prima necessità alle persone più deboli: per questo anche anche a loro è andato l’importante riconoscimento da parte dell’Amministrazione.

Premiati infine anche i volontari della Protezione Civile, rappresentati dal responsabile Marco Provvido. Un Perit D’Or per il sostegno ai cittadini durante la fase peggiore dell’emergenza, che li ha visti costantemente impegnati nell’aiutare la comunità, anche con la consegna dei farmaci a domicilio.

Inaugurazione della scultura a Peppino Impastato e la fontana danzante

La mattinata di Domenica è stata anche l’occasione per inaugurare la nuova statua dedicata a Peppino Impastato, posta proprio nel piazzale dell’auditorium. Il monumento, opera di Diego De Crescenzo, è stata posta a ricordo dell’impegno di Impastato nella lotta alla mafia.

La giornata si è infine conclusa con lo spettacolo della fontana danzante al campo sportivo Carlo Alberto Dalla Chiesa.