Bussero: nessuna indicazione da ATS, il sindaco mette una classe in quarantena

Dopo le positività di un ragazzo delle medie la scuola e le famiglie non hanno avuto indicazioni. Situazioni simili anche a Pessano

Il Sindaco di Bussero Curzio Rusnati alla manifestazione in piazza Duomo

Un ragazzo delle medie di Bussero è risultato positivo al covid-19 Lunedì 12 ottobre. La Dirigente scolastica dell’Istituto ha avvisato i genitori degli compagni di classe della situazione, ma non ha ricevuto istruzioni da ATS che non ha preso posizione probabilmente in seguito alle modifiche previste nel nuovo Dpcm. Così i ragazzi della classe si sono presentati a scuola il Martedì e il Mercoledì mattina, fino a quando è stato informato il sindaco Curzio Rusnati che è intervenuto con un’Ordinanza, mettendo i ragazzi in quarantena per 14 giorni.

 «Il flusso delle informazioni e delle competenze deve essere lineare – ha detto il primo cittadino -. Uno dei primi settori a cui dare risposte è quello della scuola. Se si interrompe la collaborazione con le scuole – ha concluso – non ne usciamo più».

Casi simili a Pessano con Bornago

Quello di Bussero non è però un caso isolato in Martesana. A Pessano il sindaco Alberto Villa, ha dovuto firmare ben due ordinanze simili. Una Martedì 13 ottobre, con la quale ha messo in isolamento domiciliare gli alunni di una classe della primaria e quelli di una classe della secondaria, e una oggi, Venerdì 16 ottobre, che prevede che i bambini di un’altra classe delle elementari stiano a casa Lunedì 19 ottobre, in attesa di un intervento di ATS.