Segrate, dal 14 settembre riprende regolarmente il trasporto scolastico

Istituita anche una corsa aggiuntiva per gli studenti dell'Istituto Machiavelli

Immagine di repertorio

Insieme all’imminente riapertura delle scuole, la questione relativa al trasporto scolastico è una delle più dibattute delle ultime settimane. A Segrate, a partire dalla prossima settimana, il servizio «verrà attivato come tutti gli anni e con gli stessi orari e le stesse modalità operative, fin dal 14 settembre, primo giorno di avvio dell’anno scolastico», hanno assicurato dal Comune.

Orari e corse

Gli orari delle corse, rimasti pressoché invariati, sono disponibili sul sito di ATM. Rispetto allo scorso anno, il Comune di Segrate ha predisposto una corsa aggiuntiva per agevolare gli studenti dell’Istituto Machiavelli, che ha optato per una politica di scaglionamento degli ingressi e delle uscite. Saranno due gli autobus che si aggiungeranno ai vecchi orari, uno con partenza da Redecesio alle 8.03, l’altro con partenza da Milano Due alle 8.27. Nessuna variazione per i pullman di ritorno, che partiranno in corrispondenza delle uscite delle ore 12.30 e 13.30.

Un ulteriore possibilità di collegamento sarà garantita anche dalla linea ATM 923, che, pur non transitando direttamente davanti all’Istituto Machiavelli, consente di raggiungere il quartiere San Felice, a pochi passi dalla scuola.

Le nuove regole

Gli studenti che usufruiranno del servizio di trasporto scolastico saranno tenuti a rispettare alcune semplici regole. Innanzitutto, non sarà possibile utilizzare i mezzi se si hanno sintomi di infezioni respiratorie acute. Alla fermata, inoltre, gli studenti dovranno sempre mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro. Al momento dell’arrivo dell’autobus, occorrerà seguire le indicazioni relative alle porte destinate alla salita e quelle destinate alla discesa dal mezzo. Infine, una volta sull’autobus, si potranno occupare soltanto i posti consentiti e occorrerà indossare sempre la mascherina.

Il Comune di Segrate ha fatto sapere che nelle prime settimane di apertura della scuola avverrà un continuo monitoraggio dell’utilizzo dei mezzi scolastici, così da individuare rapidamente eventuali problemi e apportare modifiche tempestive.