Cassina, il Comune assicura: «pronti a riaprire le scuole in sicurezza»

L'amministrazione comunale ha voluto rassicurare le famiglie, ma a poche settimane dalla ripartenza restano ancora alcune questioni da sciogliere

«Le nostre scuole saranno pronte ad accogliere in sicurezza gli allievi». Questa la sintesi del comunicato congiunto firmato dall’assessore all’istruzione del Comune di Cassina de’ Pecchi Egidio Vimercati e dalla Dirigente Scolastica Dott.ssa Giuseppina Lara Santangelo. Una lettera indirizzata ai ragazzi e alle loro famiglie, con l’obiettivo di rassicurarli sull’imminente riapertura delle scuole, che da settimane rappresenta il tema più discusso a livello nazionale.

Le classi sono pronte

«Dopo aver effettuato tutti gli interventi indicati e richiesti dal Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione, nel primo sopralluogo – si legge nel comunicato -, gli ultimi rilievi fatti con i tecnici di RSPP hanno dato esito favorevole e, quindi, le scuole dell’infanzia, che inizieranno il 7 settembre, rimarranno nei plessi di Via Gramsci e Via Trieste»

Nessuno spostamento anche per le classi della primaria e della secondaria, che a partire dal 14 settembre potranno riprendere l’attività didattica nei plessi di Piazza Unità d’Italia e via Sirio, dove le classi sono state liberate da armadi e suppellettili, così da recuperare ulteriore spazio.

«Naturalmente – prosegue il documento – per completare l’allestimento delle classi stiamo attendendo la fornitura dei banchi, la cui distribuzione è iniziata in questi giorni, che sono stati richiesti per tempo, sia dal Comune che dalla scuola, attingendo dai fondi messi a disposizione dal Governo».

Ma mancano ancora molti dettagli

A pochi giorni dalla riapertura delle scuole, l’amministrazione comunale di Cassina ha assicurato di avere la situazione sotto controllo e di essere pronta per la ripartenza delle attività didattiche. Ciononostante, molti cittadini hanno fatto notare la mancata comunicazione di dettagli più specifici, relativi per esempio agli orari, la mensa, le modalità di ingresso e i servizi di pre e dopo scuola.

L’amministrazione, sempre all’interno del documento, ha assicurato che «nei prossimi giorni saremo più precisi per quanto riguarda gli orari e le indicazioni delle varie entrate».