Carugate: niente giostre alla festa di paese, l’amministrazione fa marcia indietro

Le pressioni dei cittadini inducono l'amministrazione a ripensare il programma della festa patronale a pochi giorni dall'annuncio

Niente giostre alla festa patronale di Carugate. A pochi giorni dalla conferma dei festeggiamenti, il Sindaco Luca Maggioni ha fatto sapere con un video su Facebook che le giostre, prima previste nel programma e che già erano state installate in città, verranno smontate.

Le richieste dei cittadini

Il motivo lo spiega Maggioni, che ha raccontato come sui social si fosse già acceso un dibattito proprio su questo tema «se fosse davvero opportuno, vista la situazione particolare, dare questa autorizzazione ai giostrai». E i giostrai si sono dimostrati pronti a collaborare, nonostante l’attività del piccolo luna park fosse già pronta a partire da domani «Sicuramente questa decisione è stata possibile anche grazie alla grande collaborazione che i giostrai ci hanno dato. Erano già pronti a partire. Questo deve essere sottolineato: la loro grande intelligenza e attenzione». 

Sono state le richieste dei cittadini ad aver suscitato nell’Amministrazione il bisogno di approfondire meglio la faccenda «Siamo in un periodo delicato, – ha spiegato il Sindaco – nel periodo della ripresa della scuola, dove i ragazzi devono già avere una serie di attenzioni particolare e in un contesto in cui il virus non sembra aver perso forza».

E poi l’appello a quegli stessi cittadini che hanno posto queste riflessioni a tutta l’Amministrazione «Questo vuol dire che è ancora forte nei carugatesi l’attenzione su questi temi e questa è una cosa positiva – ha detto Maggioni – Chiedo a tutti voi di tenere viva questa attenzione. Continuiamo a tenere alta la vigilanza e il controllo, facendo anche una sola semplice cosa, che aimè in questi giorni mi sembra sempre più difficile riscontrare nelle persone, ovvero l’uso delle mascherina».

«Noi come amministrazione – ha concluso il Sindaco – stiamo continuamente controllando la situazione per vedere se sia il caso di rivedere altri punti che abbiamo messo in scaletta.».