Vacanze, tampone obbligatorio per chi torna dai Paesi a rischio

Test rapidi in aeroporto o entro 48 ore dall'ingresso in Italia. In Lombardia istituito un numero unico per offrire supporto informativo e operativo

SteLo: Tramonto Greco - Grecia

Grecia, Malta, Spagna e Croazia. Chi fa ritorno da questi Paesi avrà l’obbligo di sottoporsi a tampone al momento dell’arrivo – con test rapidi che saranno sperimentati nei principali aeroporti – o entro 48 ore dal rientro in Italia. A prevederlo è un’Ordinanza firmata dal ministro della Salute Roberto speranza ieri, Mercoledì 12 agosto. In alternativa, chi rientra da questi Paesi, considerati a rischio per la diffusione del covid-19, può presentare un test molecolare o antigienico effettuato con tampone nelle 72 ore precedenti l’ingresso in Italia.

Regione Lombardia ha espresso soddisfazione per la misura «Una decisione importante: il Governo ha accolto con favore le sollecitazioni e le preoccupazioni della Lombardia e delle Regioni sui nuovi contagi da Covid19 – ha dichiarato il Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana – concordando la formulazione di linee guida nazionali, con l’obbligo del tampone entro 48 ore, per chi rientra o arriva in Italia dai Paesi Europei con il maggior numero di contagi in questo momento». Per i cittadini lombardi che rientrano da Grecia, Malta, Spagna e Croazia è stato istituito il numero 116117 per offrire supporto operativo e informativo.