Ripartenza scuole: screening sul personale scolastico

Test sierologico su base volontaria. Risultati entro 15 minuti

DNA Test Tube

Ad oggi la priorità sanitaria è evitare che si creino nuovi focolai. La misura più stringente in questo senso è sicuramente il tampone obbligatorio per chi fa rientro da Malta, Spagna, Croazia e Grecia, Paesi europei considerati a rischio. A settembre, una volta finite le vacanze, ci sarà un appuntamento atteso, la ripresa delle scuole. Alcuni aspetti su come sarà organizzato l’anno scolastico 2020/2021 sono ancora poco chiari ma, con Ordinanza, il Commissario straordinario per le misure di contenimento e contrasto dell’emergenza epidemiologica ha fornito le linee operative per effettuare il test sierologico su base volontaria al personale docente e non docente delle scuole pubbliche e private «In particolare – si legge sul sito di Regione Lombardia – lo screening è rivolto al personale docente e non docente, operante nei nidi, nelle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie pubbliche, statali e non statali, paritarie e private e negli istituti di formazione professionale»

I test potranno essere effettuati dal 24 agosto al 5 settembre attraverso i medici di medicina generale che hanno aderito alla campagna o mediante ambulatori dedicati sul territorio (qui i dettagli). Il risultato del test sarà disponibile entro 15 minuti. In caso di esito negativo non ci sono prescrizioni da seguire. In caso di positività, invece, sarà indispensabile fare il tampone e aspettare l’esito in isolamento.