Tragedia sul Lago di Como: annegato 26enne di Pioltello

Il corpo del ragazzo è stato ritrovato sulla sponda ovest, vicino all'ex galleria del Moregallo

È stato ritrovato senza vita a 18 metri di profondità il corpo di Jean Carlo Falconi Zambrano, 26enne di Pioltello, che sabato 25 luglio si trovava sul lago di Como per una gita con gli amici. Lo stesso lago, solo poche ore prima, era stato teatro di un’altra tragedia simile, che ha visto la morte per un malore di Antonio Patrizio Catena 23enne di Pozzo d’Adda.

La tragedia

Potrebbe essere stato un tuffo a risultare fatale al giovane. La ex galleria del Moregallo, sulla sponda ovest di Mandello al Lario in provincia di Lecco, dove è stato ritrovato il corpo, è un punto molto pericoloso da cui buttarsi nelle acque sottostanti, ma le ragioni della morte, su cui indagano i Carabinieri di Valmadrera, potrebbero essere diverse. Poco prima delle 20 gli amici del ragazzo, non vendendolo più, hanno dato l’allarme, al quale sono intervenuti i sommozzatori del Corpo dei Vigili del Fuoco insieme ai soccorritori del 118, ma per Jean Carlo Falconi Zambrano non c’è stato più nulla da fare.