Segrate, è salvo lo storico asilo Santa Rita

Subentreranno delle professioniste che già gestiscono una struttura per l'infanzia. Micheli «Un grazie di cuore alle suore missionarie clarettiane per aver cresciuto generazioni»

L’asilo Santa Rita del Villaggio Ambrosiano di Segrate è salvo. Alle suore subentreranno professioniste che gestiscono un centro per l’infanzia ad Assago, ma la continuità educativa sarà garantita grazie al mantenimento dello staff precedente.

Lo storico asilo di Segrate rischiava di chiudere i battenti definitivamente dopo la comunicazione delle suore di lasciare l’attività. Da quel momento è stata una corsa contro il tempo per, in primo luogo, trovare un’offerta alternativa per i bambini che frequentavano l’asilo e le loro famiglie e, come soluzione ottimale, trovare un nuovo gestore per garantire una continuità educativa, di relazioni e, perché no, mantenere attivo un pezzo importante di storia di Segrate.

Per il Sindaco un lavoro di squadra

Obiettivo raggiunto, l’asilo resta aperto e le famiglie potranno decidere liberamente se spostare i loro figli nelle nuove sistemazioni trovate o continuare a far frequentare loro la struttura di via Papa Giovanni XXIII «Ringrazio il personale dell’Ufficio Scuola, le dirigenze dei nostri tre istituti, la cooperativa che gestisce i nostri nidi comunali e tutte le realtà educative del territorio – ha dichiarato il Sindaco Paolo Micheli – che con grande spirito di collaborazione hanno subito risposto da vera Comunità alla nostra chiamata di soccorso». Ma la storia è storia, così il primo cittadino ha rivolto un pensiero anche a chi, per decenni, ha gestito l’asilo «Un grazie di cuore alle suore missionarie clarettiane e, in particolare, a Madre Orsola – ha infatti sottolineato – per aver cresciuto generazioni di segratesi nella loro opera lunga oltre mezzo secolo».