PGT Carugate e ampliamento Carosello: il comitato torna a dire no

Oltre alla petizione europea lanciata a fine ottobre gli attivisti hanno presentato osservazioni al PGT

Il Lockdown non ha fermato il comitato “Basta ampliamento centri commerciali” di Carugate che da tempo si batte per evitare un’eventuale espansione del Carosello. I membri del comitato – che hanno trovato appoggio anche in alcune forze politiche – temono che questo avrebbe importanti e ripercussioni sulla viabilità e di conseguenza sull’inquinamento atmosferico, oltre ad aggravare la crisi del commercio di vicinato.

La petizione europea e le osservazioni al PGT

A inizio ottobre è stata lanciata una petizione europea – che riferiscono sarà discussa entro settembre – rivolta alla Commissione petizioni e direttamente al Parlamento di Bruxelles e Strasburgo. Oltre a portare avanti il documento, il comitato ha presentato osservazioni al Piano di Governo del Territorio in cui esprime contrarietà a tre ambiti di ampliamento e chiede di inserire la dicitura «satura» nel piano delle regole riferito alle aree dei centri commerciali.

«Denunciamo da anni il serio pericolo per l’ennesima colata di cemento che incredibilmente triplica e porterà con se un forte aggravamento del traffico, l’evidente peggioramento della qualità dell’aria, la riduzione dei posti di lavoro e l’aggravio della crisi del commercio di vicinato e dell’indotto – hanno scritto – L’ambiente, la vivibilità e la salute dei cittadini che il Sindaco dovrebbe tutelare, saranno messi a rischio e questo contrasta con gli obiettivi del Piano di Governo del Territorio»