Fiumi di alcol, corse in moto e petardi: a Bussero scattano i controlli serrati

    I residenti si sono lamentanti delle urla e degli atti vandalici di numerosi minorenni che si ritrovano in via Monza. Rusnati promette forze dell'ordine e una nuova telecamera

    «Ho parlato con il comandante dei carabinieri di Cassina de Pecchi, con il comandante della polizia locale e con gli esercenti di via Monza in merito alla criticità che si presenta ogni venerdì davanti a un locale – ha affermato il Sindaco Curzio Rusnati durante il Consiglio comunale – La situazione sta degenerando: ci sono svariate decine di ragazzi, se non un centinaio, che il Venerdì sera utilizzano il parcheggio in prossimità di un locale per lanciare petardi, imbrattare macchine e fare corse in moto. I residenti non ce la fanno più». In effetti, in una stagione estiva in cui non ci sono eventi capaci di disperdere la popolazione, i locali sul territorio diventano un punto di riferimento e di ritrovo per i tutti i ragazzi, con il rischio di creare assembramenti molto numerosi. 

    Il problema, nel caso del locale di via Monza, è che i ragazzi – per la maggior parte minorenni – non si limitano a passare la serata insieme, ma mettono in atto dei veri e propri atti di vandalismo. Non solo: all’assembramento si accompagna un largo uso di alcolici che per il primo cittadino vengono portati direttamente da casa.

    Le misure messe in campo dall’Amministrazione

    «Abbiamo deciso di installare una nuova telecamera di sicurezza che monitori non solo il parcheggio in cui si ritrovano i ragazzi, ma anche l’area circostante. Il nostro obiettivo è quello di riconoscere i ragazzi e, in quanto minorenni, per lo meno di contattare le famiglie – ha aggunto Rusnati – Dal prossimo Venerdì e per i prossimi fine settimana sarà sempre presente la polizia locale a cui si aggiungeranno le ronde dei carabinieri di Cassina. Pare, infatti, che il gruppo di minorenni sia lo stesso che crea disagi analoghi il Giovedì sera a Cassina. Si tratta di giovani che non hanno paura di affrontare e provocare le forze dell’ordine, per questo non vogliamo mettere in pericolo i residenti della zona, qualora scendessero in strada a lamentarsi. Vogliamo far capire – ha concluso il Sindaco -che l’Amministrazione c’è e che non gira la testa dall’altra parte» 

    Elisa Pancaldi