Con l’Olbia solo un pareggio, la Giana retrocede in D

La società «Non resta che uno stadio incredulo e ammutolito»

Domenica 29 giugno allo Stadio “Città di Gorgonzola”, ancora a porte chiuse a causa emergenza Coronavirus, si è disputata la partita di ritorno dei playout di serie C tra la Giana Erminio e l’Olbia.  Il pareggio, 1-1, dopo la vittoria dei sardi all’andata per 1-0, è costato alla società calcistica gorgonzolese guidata da Cesare Albé la retrocessione in D, Campionato Nazionale Dilettanti.

Un grande rammarico 

La squadra di Mister Albé, dopo sei anni in serie C e la prima partecipazione ai playout, ha visto sfumare il sogno professionistico.  «La gara di ritorno dei playout, subito in discesa per la Giana grazie al rigore trasformato da Perna in avvio e ad un’Olbia rimasta in nove uomini nel corso della ripresa, viene buttata via nei minuti di recupero, quando gli ospiti compiono una vera e propria impresa segnando su calcio d’angolo, mentre il successivo gol di Cortesi viene annullato per fuorigioco – ha commentato la società in una breve nota stampa -Non resta che il rammarico di non aver concretizzato le tante occasioni avute. Non resta che uno stadio incredulo e ammutolito. Non restano sul campo che le lacrime dei giocatori della Giana». 

GIANA ERMINIO-OLBIA 1-1 con le reti di Perna (Giana) al 5’ del primo tempo su rigore e di Ogunseye (Olbia) al 48’ del secondo tempo.

Augusta Brambilla