Cernusco, minacce anonime al Comandante Pavesi. Zacchetti: «fatto gravissimo»

Ferma condanna del Sindaco di Cernusco: «nella nostra città non c'è spazio per gesti di questo tipo»

Negli scorsi giorni il Comandante della Polizia Locale di Cernusco sul Naviglio Silverio Pavesi ha ricevuto una lettera minatoria anonima, rivolta sia alla sua persona che all’intero corpo di Polizia.

Il documento – che è stato recapitato al comando di Polizia Locale – è piuttosto esplicito. «Colpirne 1 per educarne 100 – si legge -. Veniamo a prendervi a casa Tu e i tuoi sbirri zelanti pagati da Noi. La condanna è stata decisa la pena è solo da eseguire». La lettera è firmata con la semplice sigla V.R., insufficiente per identificare gli autori del fatto.

Nel frattempo, il Sindaco di Cernusco sul Naviglio Ermanno Zacchetti ha condannato fermamente il gesto e ha espresso piena solidarietà al Comandante Pavesi.

«Quanto accaduto è un fatto gravissimo e inaccettabile – ha sottolineato il Primo Cittadino -. Al comandante Silverio Pavesi e a tutti gli uomini e le donne del comando di Polizia Locale va la mia personale solidarietà e quella di tutta la Giunta. A loro anche il ringraziamento di tutti noi per quanto hanno fatto in questi anni per la Città e in particolare in questi intensi e difficili mesi: la loro presenza costante ha permesso di gestire, insieme ai Carabinieri e alla Protezione Civile, un’emergenza sanitaria senza precedenti. Minacce come quelle recapitate nei giorni scorsi – ha aggiunto – in forma anonima e in un modo codardo, non scalfiscono la fiducia e il rispetto verso il corpo di Polizia Locale e il comandante Pavesi, e anzi ci spingono a condannare con forza atteggiamenti di questo tipo. La nostra è una città solidale, con forte spirito comunitario e in cui non c’è spazio per gesti di questo tipo».

La lettera minatoria recapitata al Comandante Pavesi