Bando Trasmissioni 2020: un’iniziativa per dare visibilità agli artisti locali

Al progetto hanno aderito anche due comuni della Martesana: Inzago e Carugate

Una sperimentazione artistica e culturale per creare un museo a cielo aperto e scoprire i migliori talenti artistici che abitano il territorio della Martesana. Habitat – Scenari Possibili e R.A.M.I. (Residenza Artistica Multidisciplinare ILINXARIUM) hanno presentato il Bando Trasmissioni 2020, un’iniziativa patrocinata da IED Milano e a cui hanno aderito anche due Comuni della Martesana: Inzago e Carugate.

Trasmissioni

L’obiettivo del bando è di avvicinare l’arte al territorio pubblico, portandola a stretto contatto con un pubblico ampio. L’iniziativa riguarda la realizzazione di tre progetti artistici: uno da inaugurare il 19 settembre a Carugate; sette opere di street art da inaugurare il 10 ottobre a Inzago; uno da inaugurare il 26 settembre a Varese.

Un’occasione unica per coinvolgere la cittadinanza e creare un diffuso senso di comunità e appartenenza, avvicinando sempre più persone al mondo dell’arte contemporanea. Il tema del bando sono le trasmissioni, da intendere sia come trasferimento di energia, sia di sapere, a seconda che si scelga un punto di vista più tecnico o uno più culturale o educativo.

La partecipazione al bando è gratuita e aperta a tutti, sia individui che gruppi. Per partecipare, occorre presentare la propria candidatura all’indirizzo scenaripossibili.sp@gmail.com con oggetto “Partecipazione Bando Trasmissioni” entro le ore 21.00 di venerdì 31 luglio. Ciascun candidato può inviare una o più proposte e indicare in quale dei tre luoghi vorrebbe che venisse realizzata. Per tutti i dettagli sulle modalità di partecipazione e i compensi economici all’artista è possibile consultare la pagina Facebook del bando.

Parchi e street art

I candidati dovranno presentare un progetto site-specific da sviluppare in loco durante una residenza artistica di cinque giorni.

Nel caso di Carugate, l’opera dovrà essere pensata per il parco pubblico di via XXV aprile. L’area adibita alla realizzazione del progetto è uno spazio verde con alberi, prato e panchine. Le opere che riguarderanno questa destinazione potranno essere proposte sul prato, con la possibilità di utilizzare anche gli alberi, purché in modo non invasivo.

Ad Inzago invece la destinazione delle opere sarà il centro urbano, dove si mira a riqualificare alcuni edifici, oggetti e arredi urbani tramite la pittura. Dopo l’accettazione della candidatura si potrà concordare con gli organizzatori l’arredo urbano o l’edificio che ospiterà l’opera di street art.