Fase 3, nuova ordinanza di Regione Lombardia

Via libera per cinema, teatri, sagre, centri estivi e sale gioco. Ancora obbligatorio l'utilizzo della mascherina

Il Governatore della Lombardia Attilio Fontana ha firmato una nuova ordinanza (n° 566) per la riapertura e la ripresa delle attività. Anche la Lombardia, nonostante sia la regione con il maggior numero di contagi in Italia, torna sempre di più alla normalità.

Tra le principali novità previste dall’ordinanza, che sarà valida dal 15 al 30 giugno, si trova l’apertura di centri estivi, cinema e teatri, sale gioco e scommesse e un via libera alle sagre locali.

In regione resta l’obbligo di indossare la mascherina quando si esce di casa e di misurare la temperatura ai dipendenti che si recano al lavoro. Anche la rilevazione della temperatura per i clienti è fortemente consigliata, ma diventa obbligatoria per coloro che si recano in bar e ristoranti con consumazione al tavolo.

Per quanto riguarda lo sport gli «eventi e le competizioni sportive sono consentiti a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate ed Enti di Promozione Sportiva». Da questi sono esclusi gli sport di contatto, per i quali sarà necessario attendere il 25 giugno.

Qui è possibile leggere l’ordinanza completa