Cologno, contrasto alla droga nelle scuole superiori

Progetto "Scuole sicure" presentato in Prefettura. Sensibilizzazione degli studenti, ma anche telecamere e drugchecking

Prevenzione e repressione. Questa la doppia linea che il comune di Cologno Monzese ha deciso di mettere in campo per contrastare l’utilizzo di sostanze stupefacenti nelle sue scuole superiori (Leonardo Da Vinci e Falck). Nella mattinata di oggi, Mercoledì 24 giugno, il Sindaco Angelo Rocchi e il comandante della polizia locale Silvano Moioli hanno presentato il progetto “Scuole sicure” in Prefettura a Milano che ha l’obiettivo di combattere lo spaccio e il consumo di sostanze stupefacenti

«Dalla Prefettura l’apprezzamento per il lavoro svolto – ha scritto il Sindaco Rocchi – l’assegnazione del punteggio migliore tra i progetti presentati e un finanziamento per l’implementazione delle azioni contenute nella programmazione»

Prevenzione e repressione

Il progetto prevede innanzitutto un controllo puntuale di determinati luoghi sensibili per reprimere lo spaccio di droga, anche con l’utilizzo di personale di polizia locale in borghese. Per l’attività di prevenzione è prevista l’installazione di impianti di videosorveglianza, per una spesa di 15.500€, e l’acquisto di 40 kit drugtest – da effettuare sui conducenti di veicoli e in grado di rilevare fino ad 8 tipologie di sostanze – e 40 di drugcheck da effettuare invece su possibili consumatori di sostanze.

Ma l’Amministrazione comunale intende anche muoversi sul fronte della sensibilizzazione e prevenzione attraverso incontri mirati nelle scuole con la polizia locale.