A Cernusco si inizia a ragionare sul ritorno a scuola

Istituito un tavolo tecnico di confronto e pianificazione. Zacchetti: «per ripartire abbiamo bisogno delle forze di tutti»

La prima campanella di settembre sembra ancora lontana, ma l’incertezza che aleggia intorno alla riapertura delle scuole ha spinto molti Comuni ad attivarsi per studiare le strade da percorrere. A Cernusco sul Naviglio nelle scorse settimane il Comune ha istituito un tavolo tecnico scolastico, che comprende il Sindaco Ermanno Zacchetti, l’assessore ai servizi scolastici Nico Acampora, i dirigenti scolastici dei due istituti omnicomprensivi cittadini e alcuni funzionari comunali. Un’iniziativa che si inserisce nel più ampio progetto del Patto educativo per Cernusco e che procede periodicamente con riunioni di confronto, approfondimento e scambio di idee.

«Un lavoro corale – ha spiegato il Sindaco Zacchetti, necessario per dare risposte altrettanto corali e coerenti a una parte di città che occupa un ruolo da protagonista: è la città delle nostre famiglie, dei nostri bambini e ragazzi, dei docenti ed educatori, del personale Ata. Io e l’assessore Acampora siamo infatti convinti che questa comunità nella comunità abbia bisogno delle forze di tutti per poter ripartire, per questo il lavoro di fattiva collaborazione e confronto che stiamo portando avanti è prezioso».

Una lettera alle famiglie

In un momento in cui le linee guida nazionali sul rientro a scuola appaiono ancora poco definite, i membri del tavolo tecnico di Cernusco hanno voluto firmare tutti insieme una nota diffusa alle famiglie, così da rassicurarle sugli sforzi compiuti dal Comune per la riapertura delle scuole e tenerle aggiornate sul lavoro che si sta svolgendo in questi mesi.

«Molti genitori, ragazzi e bambini – si legge nella nota – si stanno chiedendo che cosa succederà a settembre, quando suonerà la campanella, pertanto abbiamo deciso con estrema trasparenza e sincerità di raccontarvi che cosa sappiamo ad oggi e che cosa stiamo facendo».

«Nonostante le incertezze al momento siano più delle certezze – prosegue la nota -, i due Istituti comprensivi, in sinergia col Comune di Cernusco, stanno lavorando alacremente per mettere in campo ipotesi diverse e alternative, da concretizzare con piani di attuazione aderenti a ciò che la normativa (ed il Covid) permetterà di realizzare».

Presto i sopralluoghi delle strutture

Nei prossimi giorni, i membri del tavolo tecnico effettueranno un sopralluogo per verificare le strutture scolastiche a disposizione e, alla luce degli aggiornamenti diffusi dal Ministero dell’Istruzione proprio in questi giorni, discuteranno delle diverse ipotesi di riapertura da tenere in considerazione.

«Davanti a norme e linee guida non ancora chiare – ha sottolineato l’assessore Nico Acampora è nostro dovere dare ascolto all’appello di docenti, dirigenti e famiglie per immaginare nel frattempo più strade così da arrivare pronti, anche se non lo si sarà mai fino in fondo, al mese di settembre. Penso che il lavoro di dialogo avviato in questi anni anche con i genitori sia il segno che per raggiungere obiettivi comuni sia necessario uno sforzo comune, che alla fine però paga. Sono certo – ha aggiunto – che anche questa volta sarà così. Penso al lavoro che con i Dirigenti scolastici stiamo facendo e mi sento di lanciare un messaggio alle famiglie: così come durante il periodo più difficile dell’emergenza, quanto faremo insieme sarà il meglio che riusciremo a fare coniugando disponibilità di risorse, incertezza sulle norme e soprattutto salute e sicurezza per tutti».