Trenord: in distribuzione 700.000 mascherine, ma non in Martesana

Una misura a favore dei pendolari finanziata da regione Lombardia. A Milano mascherine disponibili per chi scende a Cadorna e Porta Garibaldi

L’inizio della fase 2, quella di un ritorno parziale alla normalità, impone di assumere determinati comportamenti, come il distanziamento e l’utilizzo delle mascherine, che faranno parte delle nostre vite per un periodo ad oggi indefinibile. Anche sui mezzi pubblici sarà obbligatorio utilizzarle e regione Lombardia ha deciso di darne 700.000 a Trenord da distribuire ai pendolari. I dispositivi si possono trovare in diverse stazioni ferroviarie, ma in nessuna di quelle della Martesana.

«Si tratta di un piccolo gesto di attenzione nei confronti dei cittadini che con la graduale riapertura di alcune attività stanno ricominciando a utilizzare il servizio ferroviario» ha detto Claudia Maria Terzi, assessore regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, che ha anche ricordato l’impegno della regione nei confronti dei lavoratori del trasporto pubblico «Questa iniziativa – ha infatti sottolineato – si aggiunge agli approvvigionamenti garantiti nei giorni scorsi ai lavoratori del trasporto pubblico, a cui sono state destinate 347.200 mascherine».

Dunque regione mette a disposizione le mascherine, ma è possibile averla solo se si scende in determinate stazioni, a Milano Porta Garibaldi e e Cadorna «Chi parte da stazioni minori – ha specificato l’assessore Terzi – potrà comunque recuperare la mascherina una volta giunto a destinazione».

Le stazioni dove distribuiscono le mascherine

Ecco le stazione della Lombardia dove sono in distribuzione le 70.000 mascherine: Milano Cadorna, Milano Porta Garibaldi, Milano Porta Garibaldi sotterranea, Saronno, Bergamo, Lecco, Pavia, Gallarate, Treviglio, Cremona, Brescia, Como San Giovanni, Mortara, Legnano, Seregno, Varese, Busto Arsizio, Monza, Lodi, Mantova, Sondrio.