Progetto Westfield sospeso. Piattaforma Milano scrive a Sala e Fontana

La pandemia ha convinto il colosso a sospendere i lavori

Del centro commerciale Westfield di Segrate se ne parla da quasi 10 anni, ma oggi il progetto è sospeso. Come riportato da Il Sole 24 Ore, infatti, la pandemia da covid-19 ha convinto gli investitori a bloccare per il momento l’operazione del mega centro commerciale.

«A partire dal 31 dicembre Urw aveva diviso la sua pipeline e rimosso 3,2 miliardi di euro ai progetti – si legge in un comunicato della società – A seguito dello scoppio di Covid-19, il gruppo ha ulteriormente rivisto la pipeline e annunciato che rimuoverà ulteriori 1,6 miliardi di euro ai progetti controllati, incluso Westfield Milano»

 

Un progetto criticato e osannato nel passato, ma che ormai in molti aspettavano, insieme al suo carico di posti di lavoro e agli investimenti sulla mobilità (su questi ultimi la società ha però rassicurato)

Un appello a Sala e Fontana

Tra chi teme una sospensione del progetto c’è Piattaforma Milano, coordinamento politico di forze popolari e liberali, che ha diramato una nota, firmata dal Portavoce Cermelo Ferraro e dal coordinatore della zona sud est Marcello Menni «Al di là di qualche dichiarazione di politici locali – si legge nella nota  -non c’è stata ancora nessuna presa di posizione da parte del Sindaco della Città Metropolitana e del Presidente Lombardo Fontana, certamente impegnati sulla gestione dell’impegnativa “fase 2”. La commissione sud est di piattaforma Milano – prosegue – si appella a loro perché la società Westfield torni sui suoi passi mantenendo per quanto possibile i suoi programmi, o percorrendo soluzioni progettuali alternative. L’investimento è troppo importante per essere abbandonato o solo ritardato».