“Pedala Martesana” chiama, Pioltello risponde

In città già finanziati gli interventi per completare il collegamento tra Padana e Besozza. Pedala Martesana chiede colegamenti tra i Comuni

Una feedback alla lettera che “Pedala Martesana” ha inviato ai Sindaci è arrivata da Pioltello. Il gruppo, che riunisce una cinquantina di associazioni, ha chiesto ai primi cittadini interventi per favorire la mobilità dolce durante la fase 2, così da evitare che il congestionamento del traffico peggiori le condizioni di vira delle persone. Da una massiccia campagna di comunicazione, all’estensione delle ZTL e delle zone 30, fino al potenziamento di una rete ciclabile di potenziamento tra i Comuni. Da Pioltello hanno risposto “presente”, e l’assessore alla Mobilità Giuseppe Bottasini si è confrontato con il gruppo a distanza.

A Pioltello la dorsale Padana-Besozza e un collegamento con Segrate

Bottasini ha illustrato la situazione di Pioltello, con i suoi 40 Km di piste ciclabili e il progetto, già finanziato, di collegamento ciclopedonale che attraverserà la città da nord a sud, dalla Padana Superiore al parco della Besozza. Pedala Martesana, durante l’incontro, ha illustrato la necessità di favorire la conoscenza dei percorsi ciclabili già esistenti – attraverso una mappa digitale e una segnaletica di orientamento omogenea tra i comuni – e di crearne di nuovi, di collegamento tra i diversi comuni. Proprio su quest’ultimo punto Bottasini ha ricordato l’impegno dell’Amministrazione comunale a completare il percorso ciclopedonale con Segrate, tra Malaspina e San Felice.
«Un primo confronto molto positivo. Ci siamo incontrati su temi e obiettivi – ha detto l’assessore – La Martesana si presta moltissimo a essere percorsa in bicicletta e con gli altri mezzi di mobilità dolce e leggera. “Pedala Martesana” – ha sottolineato – può diventare il volano che spinge i comuni a lavorare insieme per realizzare percorsi ciclabili e sicuri dall’Adda a Milano»