Il tesoro del barcaiolo: il libro di Sandro Medei

L'autore è stato intervistato da Vittorio Clemente, direttore della Biblioteca di Cassina

Già autore de La stella nel pozzo (Phasar Edizioni, 2011) Sandro Medei, consigliere comunale di Cassina de’ Pecchi, ha recentemente pubblicato il romanzo Il tesoro del barcaiolo. Attraverso gli occhi e le parole del barcaiolo Libero Ceresini, che remando dal Naviglio Piccolo a Concesa arriva fino alla darsena di Porta Ticinese, nel nuovo romanzo di Sando Medei vengono raccontati i luoghi, le leggende e i personaggi che popolano il paesaggio dei navigli e di cui la storia locale è intrisa.

L’autore, intervistato dal direttore della Biblioteca di Cassina, Vittorio Clemente ha descritto così la sua ultima fatica letteraria: «Racconta il Naviglio Martesana, racconta di Milano quando era circondata dalla fossa navigabile, racconta le storie dei palazzi, delle fabbriche, delle osterie, delle chiese e delle cascine, racconta le storie vere dei personaggi che in qualche modo sono legati a questi luoghi e li hanno frequentati: Carlo Porta, Napoleone, gli Umiliati e i bergamini, delle vittime dell’Inquisizione e dei loro carnefici».

Sandro Medei, grazie a un incessante lavoro di ricerca e raccolta di testimonianze durato una decade è riuscito a dare vita a un grande romanzo, in cui gli elementi della leggenda si mescolano alla Storia, fatta non solo di cambiamenti epocali ma anche di tanti piccoli aneddoti e avvicendamenti che tratteggiano quattro secoli di storia del territorio dal fiume Adda, fino a Milano.