Il Comitato tecnico-scientifico di Segrate

Il gruppo di esperti accompagnerà l'Amministrazione nell'attivazione dei centri estivi e nalla riapertura della scuole

Ormai tutti hanno sentito parlare del comitato tecnico scientifico, il gruppo di esperti che ha accompagnato il Governo durante l’emergenza coronavirus e che oggi dà un parere sui protocolli di comportamento: come stare in spiaggia, al ristorante e al bar. Tutti queste regole, pubblicate dall’Inail, sono state vagliate dal Comitato.

Il Comune di Segrate ha deciso di costituirne uno, per farsi accompagnare nell’attivazione dei centri estivi e nella riapertura delle scuole che dovrebbe avvenire a settembre. Figure di spessore, segratesi, che hanno deciso di mettersi a disposizione per consentire ai bambini di tornare alla normalità in sicurezza.

«Il modello Segrate che abbiamo utilizzato nell’emergenza, sia nella Fase 1 delle chiusure, che nella fase 2 delle ripartenze – ha detto il Sindaco Paolo Michelicontinua a seguire le 3 parole chiave: responsabilità, rigore e solidarietà. E quando si parla di bambini – ha sottolineato – la nostra attenzione è ancora maggiore».

Il Comitato tecnico-scientifico

Gli esperi che affiancheranno l’amministrazione comunale sono:

Il professor Lorenzo Dagna,primario dell’Unità di Immunologia, Reumatologia, Allergologia e Malattie Rare all’IRCCS Ospedale San Raffaele e Professore Associato di Medicina Interna e Vice-Coordinatore dell’International MD Program all’Università Vita-Salute San Raffaele

La dottoressa Elena Criscuolo, virologa ricercatrice dell’Università Vita-Salute San Raffaele, vincitrice del Premio “Cecilia Cioffrese” 2018 per le malattie virali, un premio destinato ai giovani ricercatori in ambito virologico (qui l’intervista)

La professoressa Sabrina Fava , Ordinaria di Storia della Pedagogia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore nelle sedi di Milano e di Brescia dove insegna Letteratura per l’infanzia nel corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria, Storia della lettura e della letteratura per l’età evolutiva e Storia dei sistemi educativi e formativi -.