Covid-19, fase 2: l’Idroscalo ci prova

Giovedì 7 maggio la riapertura. Un solo ingresso, accessi contingentati, misurazione della temperatura e regole di comportamento

Il Dcpm del 26 aprile, che programma l’inizio della fase 2, prevede l’apertura dei parchi, lasciando però agli enti locali margini di scelta e azione. In Martesana, infatti, alcuni Sindaci hanno deciso di aprirli tutti, altri solo una parte, qualcuno nessuno. La Città Metropolitana di Milano ha deciso di aprire l’idroscalo da Giovedì 7 maggio, stabilendo criteri precisi per garantire la sicurezza dei fruitori ed evitare una diffusione del contagio «L’obiettivo è consentire ai cittadini ormai chiusi in casa da molti giorni di trovare sollievo in questo parco pubblico, in massima sicurezza – ha detto il Presidente dell’Idroscalo Marco Francioso – La responsabilità individuale assunta da ogni frequentatore – ha sottolineato – è chiaramente l’indispensabile garanzia del successo di questa piano di riapertura che, se pur studiato nei dettagli, presenta i normali imprevisti di una situazione inedita».

Modalità di accesso e regole

Le regole stabilite per l’apertura riguardano sia le modalità di accesso che di comportamento all’interno dell’area. Si potrà entrare all’idroscalo dalle 7.30 alle 21.00, solo dall’ingresso 3 della sponda est. Gli ingressi saranno contingentati per evitare assembramenti e a tutti sarà misurata la temperatura. Sarà permesso sia passeggiare che fare attività motoria, a distanza di due metri, e accedere all’area cani con un distanziamento interpersonale di almeno un metro, mentre sarà vietata l’attività ludico ricreativa. Chiuse le aree attrezzate per i bambini, così come le fontanelle e le case dell’acqua.