“Se vai dai nonni”, il decalogo di Regione per gli incontri con gli anziani

Alcune indicazioni su come gestire i rapporti sociali durante la fase 2

Il 4 maggio inizia la fase due, con la possibilità di muoversi all’interno della propria regione anche per andare  trovare i “congiunti”. Non è ancora stato chiarito in modo definitivo cosa si intenda con questo termine ma, sicuramente, i nonni rientrano nella categoria. Per questo motivo regione Lombardia ha stilato un decalogo dei comportamenti da seguire nei contatti con le persone più anziane e, dunque, più fragili.

Il decalogo

  • In caso di sintomi influenzali, anche minimi, meglio posticipare la visita
  • Incontra i tuoi cari da solo o in presenza di un solo bambino
  • Se i tuoi bambini incontrano i nonni o persone anziane, accertati che non abbiano avuto contatti ravvicinati con coetanei o altre persone, almeno nella settimana precedente l’incontro
  • Meglio 1 solo incontro lungo e non due incontri brevi
  • Se puoi, organizza l’incontro all’aperto o in un ambiente ben areato
  • Mantieni sempre la distanza di un metro, indossala mascherina per tutto il tempi e lava accuratamente le mani prima e dopo la visita
  • Evita di consumare alimenti e di fermarti per pranzo o cena
  • Non lasciare i bambini a casa dei nonni per un tempo prolungato o continuativo per giorni
  • Fatti carico delle commissioni dei tuoi anziani più cari e approfitta dell’incontro per spiegare loro l’uso delle videochiamate e aiutarli nella ricerca di servizi di assistenza ed emergenza e di consegna a domicilio presenti sul territorio
  • Se ritieni, porta in regalo qualcosa di emotivamente significativo