Pasqua in quarantena: un uovo di cioccolato per ogni bambino di Liscate

Le uova pasquali di Bankuore Onlus distribuite dalla Protezione Civile nelle case dei piccoli liscatesi

Sarà una Pasqua insolita per tutti. La situazione di emergenza e le misure di distanziamento sociale non permettono di uscire di casa per trascorrere insieme le festività, ecco perché l’Amministrazione Comunale di Liscate in collaborazione con Bankuore Onlus ha pensato di distribuire delle uova di cioccolato ai suoi cittadini più piccoli, grazie all’aiuto dei volontari della Protezione Civile .

Un piccolo dono per essere vicini a tanti bambini

La Protezione Civile con alcuni volontari aggiunti – e con tutti gli accorgimenti necessari per essere in sicurezza – suoneranno in questi giorni alle porte di ogni famiglia liscatese che ha almeno un bambino che frequenta la scuola dell’infanzia o la scuola primaria per donare loro un uovo di Pasqua.

Lorenzo Fucci, Sindaco di Liscate, ha spiegato la finalità dell’iniziativa «In questi giorni in cui avremmo potuto passare tanto tempo insieme e all’aperto, purtroppo l’emergenza non è finita e dobbiamo ancora stare a casa. Noi vogliamo però esservi vicini, ma lontani, con un piccolo gesto».

“Un buon cioccolato per dirvi che vi voglio bene”

Il primo cittadino ha espresso la soddisfazione per questo progetto «Grazie a Bankuore, ai volontari della Protezione Civile e ai volontari aggiunti per avere aderito con slancio. Grazie anche al pensiero di Suor Rosaria “un buon cioccolato per dirvi che vi voglio bene”. Questo è un piccolo gesto che speriamo possa fare felici i nostri bambini più piccoli, che più di tutti stanno subendo una situazione di cui non ne capiscono il motivo».

Augusta Brambilla