Festività pasquali, controlli rafforzati

A comunicarlo è stato il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese in un'intervista al Corriere della Sera. Anche la Martesana si organizza, con droni e organici al completo

Il weekend pasquale e le belle giornate rischiano di indurre le persone ad allentare la presa e uscire, per raggiungere la propria seconda casa o anche, semplicemente, fare un picnic all’aria aperta. Ma se da un lato arriva la Pasqua, dall’altro il covid-19 ancora non è andato via. Per questo motivo il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, in un’intervista al Corriere della Sera, ha promesso controlli rafforzati per evitare la circolazione delle persone senza giustificato motivo.

Controlli serrati, ma la maggioranza rispetta le regole

«Anche a Pasqua dobbiamo rimanere tutti a casa per il nostro bene e dei nostri cari, e per consentire all’Italia di ripartire il prima possibile – ha detto il ministro Luciana Lamorgese al Corriere della Sera – Ce la faremo, ma non si può abbassare la guardia adesso con atteggiamenti irresponsabili. Sarebbe un peccato vanificare, proprio ora che s’intravede un po’ di luce, l’immane sforzo compiuto dall’intera Nazione, a partire dal personale sanitario che ha già pagato un tributo altissimo».

La titolare del Viminale ha però sottolineato come la maggior parte dei cittadini, stando ai dati delle forze dell’ordine – che fotografano 220.000 sanzioni emesse a fronte di 6 milioni di controlli sulla circolazione e 2 e mezzo sugli esercizi commerciali – stiano rispettando le regole.

Martesana, tra droni e organici al completo

Anche in Martesana i corpi di Polizia Locale si stanno preparando a controlli serrati da oggi, Venerdì 10 aprile, fino a pasquetta. La Polizia Locale Centro Martesana – che comprende i comuni di Cassina de’ Pecchi, Bussero e Pessano con Bornago – utilizzerà i droni per controllare meglio il territorio. A Pioltello tutti gli agenti saranno in servizio e effettueranno controlli, sia di giorno che di sera.