Emergenza alimentare: al Sigma di Bussero il carrello sospeso per chi ha più bisogno

Un carrello da riempire con beni di prima necessità a disposizione di chi in questo momento non può permettersi di fare la spesa

Immagine di repertorio

Un’idea nata per essere vicino a chi ha più bisogno in questo momento di emergenza: un carrello sospeso – come il caffè sospeso di tradizione napoletana – situato all’ingresso del Sigma di via XXV aprile a Bussero, dove chi vuole può mettere cibo e beni di prima necessità; chi invece non se lo può permettere, ha la possibilità di prendere.

Un aiuto in più

Il carrello sospeso va ad aggiungersi ai diversi aiuti che l’Amministrazione Comunale ha già messo a disposizione dei cittadini che durante questa emergenza possono avere più difficoltà di altri a uscire per fare la spesa. «Inizialmente avevamo messo il carrello all’interno del negozio, ma purtroppo molte persone bisognose sono troppo orgogliose per entrare e chiedere» ha spiegato Ezio Ferrari, il cittadino a cui è venuta l’idea del carrello sospeso in accordo con il proprietario del Sigma, Dino Arminio.

Così adesso il carrello si trova all’ingresso del Sigma e chiunque ne avesse bisogno può liberamente prendere quel che vi trova dentro «Il mio consiglio è quello di non lasciare solo alimenti, ma anche sapone, bagnoschiuma e detersivi. Penso che anche questi prodotti siano fondamentali perché le persone in difficoltà possano vivere dignitosamente» ha suggerito Ferrari, aggiungendo poi di essere in contatto anche con la Protezione Civile, per segnalare eventuali persone e anziani che non si possono muovere e a cui la spesa va portata direttamente a casa.

Sono molti i cittadini che hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa e hanno riempito il carrello con i più diversi prodotti. «Se poi a fine emergenza dovesse avanzare qualcosa, lo daremo alla Caritas che da sempre si occupa di distribuire pasti a chi ha più bisogno» ha infine concluso Ezio Ferrari.