Coronavirus, in Lombardia le mascherine diventano obbligatorie

    A stabilirlo è una nuova ordinanza regionale. Locatelli (Istituto Superiore della Sanità): «la misura fondamentale resta il distanziamento sociale»

    A partire da domenica 5 aprile in Lombardia scatterà l’obbligo di indossare la mascherina. A stabilirlo è il governatore Attilio Fontana con una nuova ordinanza pubblicata da Regione Lombardia poche ore fa.

    In assenza di mascherina, si potrà indossare un qualunque dispositivo di protezione per viso, naso e bocca, «anche semplici foulard e sciarpe».

    Locatelli (ISS): «la misura fondamentale resta il distanziamento sociale»

    L’obbligo introdotto da Regione Lombardia – che durerà (almeno) fino al 13 aprile – è destinato a spaccare l’opinione pubblica sul tema delle mascherine, su cui – come ha ammesso il Presidente del Consiglio Superiore di Sanità Franco Locatelli – «non esistono evidenze fortissime».

    «Sappiamo perfettamente che [le mascherine – ndr] sono utili per prevenire il contagio da parte di un soggetto che alberga Covid-19 considerando anche l’esistenza di una quota di asintomatici infettanti», ha spiegato Locatelli. «In questo possono essere di utilità, ma la misura fondamentale rimane quella del rispetto del distanziamento sociale».

    Le altre norme previste nell’ordinanza

    L’ordinanza regionale firmata oggi, sabato 4 aprile, conferma anche «la chiusura degli alberghi, degli studi professionali, dei mercati e tutte le attività non essenziali». I supermercati, inoltre, potranno tornare a vendere articoli di cartoleria all’interno dei propri punti vendita aperti.