Azzolina esclude la riapertura delle scuole a maggio: «non cancelliamo gli sforzi fatti»

La Ministra dell'Istruzione ha parlato della situazione delle scuole in un'intervista al Corriere della Sera

È ancora presto per la riapertura delle scuole. Ad annunciarlo è la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, che in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera ha specificato che «il governo a giorni prenderà una decisione, ma con l’attuale situazione sanitaria ogni giorno che passa allontana la possibilità di riaprire a maggio».

No Banner to display

«Non vanifichiamo gli sforzi fatti sinora»

Negli scorsi giorni il Ministero dell’Istruzione ha istituito una Commissione, guidata dall’ex assessore alla scuola dell’Emilia Romagna Patrizio Bianchi, che si occuperà della ripartenza del settore scolastico una volta terminata la fase di emergenza.

Nel frattempo, tuttavia, Lucia Azzolina ha escluso una possibile riapertura delle scuole nel mese di maggio.

«Scegliere di seguire un principio di cautela – ha dichiarato la Ministra al Corriere -, come consigliato dalla comunità scientifica, è una decisione molto politica. E non affatto scontata. Solo ieri ci sono stati altri 525 morti. Non cancelliamo gli sforzi fatti finora».

Pagelle e calendari

Azzolina ha anche escluso un allungamento del calendario didattico in estate, dal momento che «la scuola ha chiuso ma non si è mai fermata. Significherebbe non riconoscere il lavoro di queste settimane».

Per quanto riguarda la questione delle pagelle, la Ministra ha confermato che tutti gli studenti saranno promossi, come scritto nel Decreto Scuola. Alla fine dell’anno scolastico, tuttavia, sulla pagella compariranno anche i voti insufficienti, che andranno recuperati «il prossimo anno con attività individualizzate».

La Ministra ha poi fornito qualche anticipazione in merito ai concorsi e al calendario del prossimo anno scolastico. Per avere tutti i dettagli definitivi, però, occorrerà attendere la decisione ufficiale del Governo, che dovrebbe arrivare a giorni.