A Pasquetta in movimento un lombardo su quattro

Dato ottenuto dal monitoraggio delle celle telefoniche

Oltre ai controlli delle forze dell’ordine, incrementati nel lungo weekend pasquale, i cittadini lombardi continuano ad essere monitorati anche attraverso le celle telefoniche alle quali si agganciano gli smartphone. Grazie a questo metodo è emerso che durante il Lunedì di Pasquetta il 25% dei lombardi si è mosso. Dato, questo, in linea con l’intero weekend e soddisfacente per Fabrizio Sala, Vicepresidente di Regione Lombardia, che ha parlato di collaborazione da parte dei cittadini lombardi.

Senso di responsabilità e controlli

Il Vicepresidente Sala ha attribuito il risultato, oltre al senso di responsabilità dei lombardi, anche all’incremento dei controlli da parte delle forze dell’ordine. Effettivamente, andando dal generale al particolare, si può notare come anche in Martesana la Polizia Locale abbia presidiato in modo minuzioso il territorio, con organici al completo e l’utilizzo di droni (qui l’articolo).

«I controlli effettuati dalle forze dell’ordine hanno sconsentito di scoraggiare qualche irresponsabile che voleva fare una gita fuori porta nei giorni di Pasqua e Pasquetta – ha detto il Vicepresidente Sala – Analizzando le fasce orarie degli spostamenti registrati a Pasquetta, nel lunedì dell’Angelo – ha proseguito -si evince che i maggiori spostamenti sono stati alle 12.00 e alle 18.00. Probabilmente per recarsi da qualche parte per pranzo o per cena»