La solidarietà digitale ai tempi del Coronavirus

Con la situazione di emergenza alcune imprese hanno dato il via a una gara di solidarietà, di cui hanno beneficiato anche molte realtà locali

Connessione internet senza limiti, piattaforme digitali di smart working, riviste gratuite e non solo. Anche la Martesana – insieme a tutto il resto d’Italia – è stata oggetto di restrizioni e provvedimenti imposti dal Governo per contenere la diffusione del Covid-19. Grazie alla solidarietà digitale, però, sono tanti gli istituti, le associazioni e le piccole comunità locali che sono riusciti a proseguire le proprie attività, sfruttando i nuovi strumenti forniti dalle nuove tecnologie.

Da emergenza a opportunità

Con la recente iniziativa di solidarietà digitale, promossa dal Ministero per l’Innovazione Tecnologica, tante realtà hanno potuto aprirsi al mondo del web e scoprire le infinite potenzialità offerte dall’ambiente digital.

È il caso ad esempio di alcune associazioni del territorio che, attraverso l’uso di Zoom – una piattaforma di incontro e collaborazione da remoto – hanno potuto proseguire le proprie attività. Un altro esempio viene invece dal centro sportivo Enjoy di Cernusco sul Naviglio che, per far fronte alla chiusura delle proprie strutture, ha deciso di proporre video gratuiti di attività motorie adatte anche all’ambiente domestico.

Un’altra soluzione è stata adottata dalle biblioteche del sistema Biblioclick, che hanno reso disponibili gratuitamente – attraverso la propria piattaforma – migliaia di quotidiani, riviste, libri e video.

Insomma, la situazione di emergenza ha causato enormi danni economici ad alcuni settori, ma ha avuto anche il merito di far scoprire a molte comunità locali i vantaggi forniti dall’ambiente digitale.

La solidarietà delle grandi imprese

Con esercizi commerciali ed edifici pubblici chiusi al pubblico, il Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione ha avviato l’iniziativa di solidarietà digitale, attraverso cui imprese e associazioni possono mettere a disposizione servizi online gratuiti. In pochi giorni sono state moltissime le aziende che hanno risposto presente all’appello del Governo. Ecco alcuni dei servizi che sono stati attivati.

SCIENZA EXPRESS

Scienza Express Edizioni mette a disposizione sul proprio sito web attività, esperimenti e laboratori da svolgere a casa con bambini e ragazzi.

AMAZON

Amazon offre gratuitamente webinar di formazione – della durata di un’ora e trenta – per i docenti della scuola primaria e secondaria.

VODAFONE

Vodafone Business ha deciso di facilitare imprese, partite IVA e istituzioni nell’adozione del lavoro da remoto mettendo a disposizione un mese illimitato di connessione dati su tutte le SIM voce.

IL SAGGIATORE

Ogni due giorni la casa editrice Il Saggiatore distribuirà gratuitamente un ebook del suo catalogo, così da poter esplorare il mondo della cultura pur rimanendo in casa.

PAGINE MEDICHE

Il sito Pagine Mediche ha sviluppato un chatbot gratuito che, a partire dalle linee guida del Ministero della salute, risponderà gratuitamente a tutte le domande relativi ai sintomi del Coronavirus e ai comportamenti da adottare.

TRECCANI SCUOLA

L’istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani ha messo a disposizione gratuitamente l’intera offerta di contenuti e strumenti della propria piattaforma di didattica digitale.

ZEITGROUP

Una soluzione cloud per risolvere il problema della timbratura di presenza per chi lavora da remoto. Un comodo servizio accessibile da computer o tramite lo smartphone, aggiornato in tempo reale.

Per consultare l’elenco completo delle aziende che hanno aderito all’iniziativa di solidarietà digitale, clicca qui.