Covid-19: misure ancora più stringenti dal Ministero della Salute

Un'Ordinanza firmata dal Ministro Speranza impone misure più stringenti per movimenti personali e attività commerciali

Continuano a salire i contagiati e i morti da covid-19. I decreti si sono susseguiti, ma la situazione, almeno al momento, sembra non migliorare. Per questo motivo il Ministero della Salute ha emanato un’ordinanza che prevede da domani, sabato 20 marzo, fino al 25 dello stesso mese, misure ancora più stringenti.

Le misure

Le misure contenute nell’Ordinanza del Ministro Roberto Speranza prevedono una stretta sia per la mobilità personale che per gli esercizi commerciali. Vietato l’accesso ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici. Resta la possibilità di svolgere attività fisica individualmente vicino alla propria abitazione mantenedo la distanza di un metro, ma viene vietata l’attività ludico-ricreativa all’aperto.

Per quanto riguarda le attività commerciali, chiuse quelle che vendono cibi e bevande all’interno delle stazioni ferroviarie e lacustri e quelle presenti alle stazioni di servizio, ad esclusione di quelle in autostrada, che potranno vendere solo prodotti d’asporto.

L’Ordinanza, inoltre, vieta anche lo spostamento verso abitazioni diverse da quella principale nei giorni festivi, prefestivi e in quelli che li precedono o li seguono.