Coronavirus, l’assessore Gallera:«Sistema sanitario forte»

Aggiunti 103 posti letto di terapia intensiva e comprati 400 caschi nei quali è possibile immettere ossigeno

In attesa dell’arrivo del Ministro della Salute Roberto Speranza oggi, Mercoledì 4 marzo, intorno alle 15.00 in Regione Lombardia, l’assessore al Welfare Giulio Gallera ha voluto fare il punto sulla situazione sanitaria, elencando le misure adottate e i soldi stanziati per far fronte all’emergenza coronavirus.

Più posti in terapia intensiva e 400 caschetti con ossigeno

Sono 103 i posti letti di terapia intensiva aggiunti negli ospedali della Regione e altri 50 dovrebbero essere pronti entro una settimana. Inoltre sono stati acquistati 400 caschetti sanitari, in cui è possibile immettere ossigeno, potendo così ritardare, in caso di necessità,  il ricovero di un paziente in terapia intensiva o addirittura non renderlo necessario.

Questi sono alcuni dei numeri che l’assessore lombardo al Welfare, Giulio Gallera, ha voluto dare con un video messaggio. «Massimo è l’impegno del sistema sanitario lombardo per gestire questa complicata emergenza sanitaria» ha detto l’assessore, specificando gli investimenti – 40 milioni di euro per le attrezzature e 10 per il personale – che Regione ha stanziato per fronteggiare l’emergenza sanitaria. A proposito di personale, in Lombardia è iniziato il reclutamento di medici in pensione e le lauree di infermieristica verranno anticipate.

«Un sistema sanitario forte che sta reagendo in maniera importante per gestire una delle emergenze maggiori degli ultimi decenni» la frase di speranza con cui Gallera ha concluso il suo video messaggio.