Coronavirus, il 31 marzo bandiere a mezz’asta per le vittime di tutta Italia

Alle ore 12.00 tutti i Palazzi Municipali d'Italia si uniranno in un minuto di silenzio per omaggiare i morti

Un momento di unità nazionale in ricordo delle vittime di Coronavirus. L’iniziativa, promossa dal Presidente della Provincia di Bergamo e su invito di ANCI estesa a tutti i comuni italiani, avrà luogo Martedì 31 marzo alle 12.00. I Comuni di tutta Italia avranno le bandiere dei Palazzi Municipali a mezz’asta e i Sindaci, indossando la fascia tricolore, osserveranno un minuto di silenzio.

Stare accanto alle comunità nel momento del bisogno

«Viviamo in queste settimane dei giorni particolarmente difficili, nei quali le nostre comunità sono provate da un’epidemia che mette alla prova la vita dei cittadini, la quotidianità e le abitudini di ognuno, la continuità del sistema economico-produttivo e la nostra attività amministrativa  – ha scritto l Presidente di ANCI Lombardia, Mauro Guerra, nella lettera inviata ai Sindaci italiani -. In questo scenarioassistiamo, con profondo dolore, ai numerosi lutti che colpiscono i territori, e che lasciano spesso i cittadini privi del necessario momento di elaborazione della perdita dei loro cari – ha poi continuato – Come Sindaci abbiamo, oggi più che mai, il dovere di stare al fianco delle nostre comunità, mostrando alla cittadinanza che continuiamo a svolgere il nostro impegno per affiancarli nel momento del bisogno e per rappresentarli nelle occasioni di confronto istituzionale per cercare di delineare strategie condivise per contenere la diffusione del virus Covid-19. Per tale motivo è importante aderire tutti insieme all’iniziativa promossa dal Presidente della Provincia di Bergamo e condivisa anche ANCI nazionale».

Una celebrazione virtuale on line

Le parole conclusive di Mauro Guerra sono rivolte a una celebrazione che dovrà essere virtuale «Non potendo celebrare insieme questo momento, proponiamo di farlo virtualmente, raccogliendo, all’indirizzo ufficio.stampa@anci.lombardia.it, le fotografie della giornata, che pubblicheremo sul nostro sito internet e nelle nostre pagine social».

 

Augusta Brambilla